spacer
     

Il primo giornaletto porno

In questa sezione diamo libero spazio alla fantasia ed alle curiosità di tutti i fratelli biancorossi.

Moderatori: u'mang, Greem, divin gallo, Pino, sirius

pako76

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 18724
Iscritto il: lun feb 24, 2003 19:15
Highscores: 0

Il primo giornaletto porno

Messaggioda pako76 » ven lug 27, 2012 13:18


Abitavo in via Andrea Molino, alla periferia di Giovinazzo, un nuovissimo quartiere di palazzi gialli, costruiti da una cooperativa nel 1984. Se per le strade del centro storico di Giovinazzo ci passa giusto giusto un'automobile (forse), e in quelle del paese nuovo ne passano 2, via Andrea Molino era larghissima. Dritta e larghissima. Era la strada che conduceva al nuovo quartiere 167.

Un incrocio separa il paese da questa nuova zona. Superato questo incrocio, sulla sinistra c'√® la chiesa Immacolata, poi un parco giochi (sempre chiuso), la scuola elementare, poi un altro incrocio e infine la cooperativa di palazzi dove abitavo anch'io. Sulla destra invece una serie di palazzoni enormi abitati per lo pi√Ļ da famiglie di molfettesi.

La particolarità di quella lunghissima strada era la combinazione unica per Giovinazzo di assenza di curve e la sua spropositata larghezza. Cosi larga che credo ci potesse atterrare un aereo, almeno uno di quelli privati. Percorrerla a piedi per i 7/8 minuti che mi separavano da casa era un esperienza non piacevole per chiunque, in qualunque periodo dell'anno si trovasse.

In estate, ricordo che tornando dal paese per tornare a casa, ci si fermava all'ultimo incrocio e con il palmo della mano poggiato sul fresco travertino dell'ultimo palazzo, ci si riparava dal sole, in attesa di avere la forza e il coraggio di attraversarlo. In quegli attimi di attesa si osservava quella lunga strada assolata, senza un portone, senza un albero, senza una tenda di un negozio, senza nulla che potesse ripararmi dal sole, anche per un solo istante.
Come nei film western, lanciando lo sguardo alla ricerca della nostra casa lontana, si finiva per avere dei miraggi, di vedere o sognare di vedere ombra, acqua, un pò di refrigerio.

Ci si voltava indietro nella speranza di avere il "passaggio". A volte capitava, quindi perchè non sperarci? Un amico, conoscente, un vicino di casa.....a tal scopo si guardava col sorriso chiunque passasse, sperando anche che riconoscesse chi fossimo e dove abitavamo e spontaneamente si offrisse di darci un passaggio. A volte capitava. E mi vengono i brividi anche oggi se ripenso a quelle frenare a cui seguiva un "ehi, vuoi un passagio?"......

c***o se lo volevo. Non rispondevo nemmeno e correvo verso il beneffattore.....
Ma non sempre si era fortunati e quella strada bisognava attraversarla a piedi, sotto il sole, salutando i 40 gradi all'ombra.

Il primo impatto era tremendo, ma quando credevi di abituarti passo dopo passo, cominciava a farti male la testa. Sudavi di brutto e con lo sguardo basso e bestemmiando quelli del Comune per non aver attrezzato la strada in modo da porterla attraversare almeno da un lato nell'ombra, arrivavi alla scuola elementare e poi all'incrocio con la cabina telefonica.

A quel punto mancava davvero poco. Ero già nella zona della mia cooperativa. Ancora pochi metri e avrei raggiunto il cancelletto del palazzo B.
Peccato che con gli anni, quelli del palazzo B, gelosi, invidiosi o non so cosa che tutti quelli dei palazzi C e D entrassero dal loro cancelletto per varcare la recizinzione e aver accesso alla cooperativa, ebbero la brillante idea di chiuderlo a chiave. Cosi che la distanza dall'ombra si allungò ulteriormente d qualche metro.

Per fortuna quelli del palazzo B dimenticavano spesso la chiave, e dovevano tornare indietro per uscire dal cancello del palazzo C.
A quel punto il loro cancello tornò ad essere sempre aperto anche senza bisogno della chiave.

D'inverno invece erano i forti venti di tramontana ad abbattersi sui malcapitati che volevano attraversare a piedi quella strada. Solitamente quando si tornava a casa si beccava il vento di fronte, e ricordo che si camminava molto lentamente, avendo enormi difficoltà a dover fare un passo avanti.
Se poi pioveva.....bè allora era davvero dura. In balia di vento e pioggia, voler attraversare quella strada era come entrare direttamente in una lavatrice.
D'altronde la strada era cosi piana che diventava una specie di fiume, e sembrava di essere captapultati in un video game, nel quale riparandosi dietro pali della luce o bidoni dell'immondizia, si cercava di non venir sommersi dagli schizzi delle auto che correvano a folle velocit√† su quella che era la strada pi√Ļ lunga e larga di Giovinazzo.

Arrivare indenni a casa in tali condizioni era pressocchè impossibile. Tutti gli sforsi erano inutili.

All'incrocio vicino casa mia, quello dove c'era la cabina telefonica, c'era una grande pietra bianca, posizionata sotto il gradino. Era li da diverni anni e mani nessuno l'aveva spostata.

Una sera, di ritorno a casa insieme ad un altro mio amico, non so per quale motivo decisi di spostarla e sotto ci trovai alcune pagine di un giornaletto porno. Non ne avevo mai visto uno e non sapevo nemmeno che esistessero tali giornali.

Dopo alcuni giorni i miei genitori mi accompagnarono da un dottore a S.Spirito per la visita oculistica.


P.S.
Scusate per gli errori, ho scritto di getto e mo non ho tempo di correggere.
Ultima modifica di pako76 il ven lug 27, 2012 13:33, modificato 2 volte in totale.
.....tutte le idee sono buone, purchè non pretendano di imporsi con la forza.

nando c'e'

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 47527
Iscritto il: mar ott 07, 2008 21:09
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda nando c'e' » ven lug 27, 2012 13:22


Io vado a mangiare.

pako76

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 18724
Iscritto il: lun feb 24, 2003 19:15
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda pako76 » ven lug 27, 2012 13:27


Era anche mia intenzione. Melone giallo in attesa.
.....tutte le idee sono buone, purchè non pretendano di imporsi con la forza.

mrbrown

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 53492
Iscritto il: mer giu 03, 2009 16:49
Highscores: 2

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda mrbrown » ven lug 27, 2012 13:44


io il mio primo giornaletto l'ho letto.....(si può dire leggere?)a 8/10 anni,andavamo a giocare a calcio in una villa abbandonata in cui c'era un campo da calcetto,bene,lungo il tragitto fiumi di giornaletti porno rigorosamente in bianco e nero,qnd si aveva fortuna quelli a colori,ci tengo a dire che nn ne ho mai comprato uno di tasca mia!
so tutt' ha dett'!
***Vigile di Sezione - coordinamento Section Angels***

Il saluto alle persone è sacro,chi non lo fa non ha valori.
Non giocare con i sentimenti di una donna che ti ama prendendola in giro
Chi fa soffrire una donna non ha valori.
Le donne non si maltrattano,ma si amano
Fate del bene alle persone,se non lo fate sarete malvisti
Chi dice che l'amore non è bello,chi lo dice non ha valori.

nando c'e'

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 47527
Iscritto il: mar ott 07, 2008 21:09
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda nando c'e' » ven lug 27, 2012 13:58


Fai schifo.

IlCarnevale

Avatar utente
Biancorosso
Biancorosso
 
Messaggi: 231
Iscritto il: sab lug 21, 2012 12:03
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda IlCarnevale » ven lug 27, 2012 14:05


nando c'e' ha scritto:Fai schifo ma veramente sto dicendo.

nando c'e'

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 47527
Iscritto il: mar ott 07, 2008 21:09
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda nando c'e' » ven lug 27, 2012 14:09


Hai ragione: a quello se non glielo dici in baresaccio non capisce.....

zio t0kigno

Avatar utente
Biancorosso
Biancorosso
 
Messaggi: 206
Iscritto il: sab mar 24, 2012 2:41
Località: parlatorio di bombay
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda zio t0kigno » ven lug 27, 2012 14:12


si ma tutt la question della strada c cendr?
martedì 17 febbraio 2009

-1
oggi poche righe...
(...)
nessun commento


***Vigile di Sezione - coordinamento Section Angels***

italospagnolo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 10898
Iscritto il: dom ott 21, 2007 11:45
Località: Barcellona
Highscores: 2

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda italospagnolo » ven lug 27, 2012 14:31


Il primo giornaletto alle medie. Non era proprio porno ma uno di quei settimanali dei programmi tv dove al massimo venivano dedicate 4 pagine. Le restanti erano occupate da nudi femminili di ogni razza, colore e lingua. Ricordo ancora la mia "prescelta": una biondona tedesca (o svizzera) in una stalla appoggiata su una balla di fieno, fiera della sua quinta. La pagina già stropicciata (il giornaletto era, ed è il caso di dirlo, di seconda o terza mano).
Anche nelle seghe la nostra generazione aveva pi√Ļ stile. :?
Sono sempre stato un malinconico con la vocazione di essere una persona allegra.

Happy77

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 11596
Iscritto il: ven lug 15, 2005 20:14
Località: Quarto Inferiore (BO)
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda Happy77 » ven lug 27, 2012 14:45


via dalle palle
Havrai...

Caffèborghetti

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 4625
Iscritto il: lun gen 03, 2011 9:19
Highscores: 1

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda Caff√®borghetti » ven lug 27, 2012 15:14


grande Pako, dovresti scrivere un romanzo!
il mio primo l'ho trovato nella campagna vicino casa dei miei, dove la sera si fermavano un pò di coppiette in macchina. Potevo avere una dozzina d'anni e non avevo mai visto niente di simile.
Lo nascosi nel tronco di un albero ma gi√† il giorno dopo non c'era pi√Ļ.
Che grande comitiva eravamo... :respect:
14 settembre
La vita di una persona potrebbe cambiare ò in meglio ò in peggio.

IlCarnevale

Avatar utente
Biancorosso
Biancorosso
 
Messaggi: 231
Iscritto il: sab lug 21, 2012 12:03
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda IlCarnevale » ven lug 27, 2012 15:37


io ne trovai uno a terra,vicino casa,lo presi ma poi non so che fine ha fatto..(e non l'ho neanche mai usato)

UomoDalTiroCheUccide

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 2753
Iscritto il: dom apr 18, 2010 11:56
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda UomoDalTiroCheUccide » ven lug 27, 2012 15:54


Happy77 ha scritto:via dalle palle


tipico topic per accrescere la simpatia nei suoi confronti da parte degli smanettoni del forum :lol: :lol: :lol:
BORN TO LOSE,LIVE TO (B)WIN

italospagnolo

Avatar utente
Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 10898
Iscritto il: dom ott 21, 2007 11:45
Località: Barcellona
Highscores: 2

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda italospagnolo » ven lug 27, 2012 15:55


Caffèborghetti ha scritto:grande Pako, dovresti scrivere un romanzo!
il mio primo l'ho trovato nella campagna vicino casa dei miei, dove la sera si fermavano un pò di coppiette in macchina. Potevo avere una dozzina d'anni e non avevo mai visto niente di simile.
Lo nascosi nel tronco di un albero ma gi√† il giorno dopo non c'era pi√Ļ.
Che grande comitiva eravamo... :respect:

ma all'albero sono cadute le foglie per caso? :roll:
Sono sempre stato un malinconico con la vocazione di essere una persona allegra.

toroacuna

Fedelissimo
Fedelissimo
 
Messaggi: 7913
Iscritto il: lun ott 09, 2006 22:15
Highscores: 0

Re: Il primo giornaletto porno

Messaggioda toroacuna » ven lug 27, 2012 16:22


bel racconto pako,pero' anteporre la solita denuncia sociale per dire che ti sei fatto 1000 seghe con un giornalino trovato a terra la potevi quantomeno abbreviare,non dico eliminarla,ti voglio bene.Adesso non c'e' neanche piu' un giornale porno a terra,ricordo'' le ore'' quanti.........ricordi ...anche di gruppo.

Prossimo

Torna a NONSOLOBARI - PAROLE IN LIBERTA'


Se ti piace questo post, fallo conoscere ai tuoi amici su Facebook, Twitter o Google Plus cliccando il relativo pulsante!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti